Linkin Park Living Thing nuovo album con il singolo Burn it Down

I Linkin Park sono tornati con un nuovo album dal titolo Living Thing anticipato dall’uscita del singolo Burn it Down due anni dopo A Thousand Suns

Commenti 0Stampa

Linkin Park sono tornati con un nuovo album dal titolo "Living Thing" anticipato dall’uscita del singolo "Burn it Down", a due anni di distanza da "A Thousand Suns" il gruppo californiano propone un disco che completa il cammino di trasformazione che la band ha voluto intraprendere verso testi più impegnati e linee musicali e sound ben diversi da quelli degli esordi. 

Un cammino questo ben illustrato da Chester Bennington leader dei Linkin Park in una intervista rilasciata a Kerrang nel Marzo scorso che dice:

Con gli ultimi due album abbiamo provato in svariati modi ad uscire dall’etichetta nu metal che ci era stata affibbiata. È facile caratterizzarci in quel modo basandosi su Hybrid Theory e Meteora, quando eravamo un gruppo nu metal a tutti gli effetti. Ma sapevamo che c’era qualcosa di più in noi: perciò decidemmo di eliminare le chitarre metal presenti nei primi due album (suppongo siano state esse il motivo per cui siamo piaciuti a molta gente) e facendo questo, ci siamo accorti di aver trovato uno stile musicale più consono a noi.

In questo album abbiamo deciso di prestare attenzione alle nostre origini, infatti saranno presenti molte parti di chitarra con ritornelli lunghi ed elettronica più pesante in modo da ottenere un grande impatto sonoro senza essere troppo metal.

Un duro lavoro di trasformazione che ha dato i suoi frutti, tanto che la celeberrima rivista musicale ROLLING STONE ha scritto in merito al nuovo album Living Thing  "il nuovo materiale è il più potente che la band abbia composto dai tempi del loro mega successo di debutto del 2000".

 

Le tracklist del nuovo album Linkin Park

LOST IN THE ECHO: brano che richiama i vecchi lavori della band, con un Mike Shinoda molto bravo e una base musicale importante e Chester un perfetto vocalist su una base musicale quasi techno.

IN MY REMAINS: pezzo sulla scia di "Minutes To Midnight" molto bello ed energico in cui ruoli di invertono con Chester cantante dalla voce sicura, classica e pulita.

BURN IT DOWN: primo singolo del disco, uscito in anteprima per lanciare il nuovo album, è il pezzo probabilmente più commerciale dell’album.

LIES GREED MISERY: brano molto forte e dai ritmi decisi, ritornllo orecchiabile e commerciale.

I’LL BE GONE: uno dei brani di maggior spicco di tutto il nuovo album con un testo impegnato e musica impeccabile.

CASTLE OF GLASS: canzone nella quale le due voci dei cantanti della band si amalgamano così bene da fondersi l’una con l’altra, straordinario il risultato.

VICTIMIZED: pezzo folle e violento, che funziona peccato che duri solo 1 minuto e 40 secondi, straodinaria la batteria di Rob Bourdon in accompagnamento a Mike Shinoda e agli scream di Chester Bennington.

ROADS UNTRAVELED: pezzo malinconico e romantico, bellissima ballata accompagnata da un sognante carillon di sottofondo.

SKIN TO BONE.

UNTIL IT BREAKS: pezzo elettronico, ben mixato, il rap di Mike Shinoda che è a tratti travolgenete e duro per poi calmarsi verso la fine della canzone, nel brano anche alcuni inserti di Chester Bennington e di Brad Delson che si cimenta in un cantato semplice ma efficace sul finire della canzone. 

TINFOIL: insieme al brano "Lost in the Echo" è la canzone di punta di questo nuovo album dei Linkin Park.

POWERLESS.

COPYRIGHT MUSICASTAR.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti