Gangnam Style cantata dal rapper coreano Psy vero nome Park Jae-Sang

Gangnam Style è stata la canzone tormentone del 2012 e 2013 e la coreografia del balletto di PSY è stato riproposto da tantissime star di tutto il mondo

Commenti 0Stampa

Gangnam Style è la canzone cantata dal rapper coreano in arte PSY, Park Jae-Sang pubblicata il 15 luglio 2012 e diventata in pochissimi mesi un vero e proprio fenomeno mediatico mondiale raggiungendo 600 milioni di visualizzazioni uniche su YouTube e il suo video tra i 30 più visti in assoluto e vincendo come ’Best Video’ 2012 agli MTV Europe Music Awards.

Brano orecchiabile, musica dance e passi di ballo che assomigliano ai gesti di chi va a cavallo sono questi gli ingredienti che hanno reso questo brano un tormentone dilagante che ha appassionato centinaia di milioni fan di tutto il mondo, una mania che ha contagiato tutti i paesi dall’Australia con 150 persone travestite da Babbo Natale che ballano il divertente brano a bordo di una nave della marina militare a Sydney per pubblicizzare il Variety Santa Fun Run all’Italia fino ad arrivare in ordine cronologico all’ultimo flash mob Gangnam Style quello tenutosi questa volta a Piazza del Popolo a Roma che ha riunito 30 mila ragazzi e che sicuramente sarà il brano più ballato del Capodanno 2013 nei locali, feste in discoteche e in piazza e nei veglioni organizzati per la fine dell’anno.

 

Dove acquistare e fare download di Gangnam Style?

Per comprare, acquistare, ascoltare in anteprima, scaricare, fare il download del singolo Gangma Syle e di altri brani compilation e canzoni cantate da Spy: sul sito ufficiale di iTunes, è possibile l’acquisto del singolo al Costo di euro 1,29.

 

Gangnam Style Psy:

La canzone tormentone di Gangnam style è cantata dal rapper Psy, al secolo Park Jae-Sang, 34 anni nato nel sud Corea ed alle spalle già tanti album pubblicati ma nessuno di successo come il singolo Gangnam Style uscito solo a luglio di quest’anno e sicuramente Guinnes World record in fatto di dischi venduti, download e numero di visualizzazioni su internet basti pensare che il video della canzone è il secondo clip più guardato nella storia, superando con 650 milioni di spettatori ”On the floor” di Jennifer Lopez.

PSY, propone e balla un brano dance semplice e autoironico che nasconde dietro l’ilarità di un abbigliamento grottesco a colori sgargianti, e l’orecchiabilità del ritornello "Oppa is Gangnam style, Gangnam style" dove Oppa è l’espressione tipica coreana usata dalle donne per riferirsi ad un uomo più grande o un fratello maggiore e gangnam invece che fa riferimento al quartiere più ricco di tutta la Corea che si trova a Seoul, un’anima più profonda e provocatoria del clima che si respira tra i giovani in Corea che vivono in una sorta di sogno quello di poter vivere un giorno nel bellissimo e ricchissimo quartiere di Gangnam, come afferma Onsemiro, blogger coreano ma residente in Minnesota, che la canzone racconta proprio questo fenomeno ma in chiave satirica perché prende in giro proprio quei coreani “normali” che appunto sognano un giorno di potersi permettere una casa ed una vita nel quartiere più “cool” della capitale, versione questa confermata anche dallo stesso Psy, in una intervista alla CNN, durante la quale ha dichiarato: “Chi viene davvero da Gangnam non lo dice mai esplicitamente; sono solo le persone che si atteggiano o i “vorrei-ma-non-posso” ad attribuire a sé stessi uno stile degno di quel distretto". In altre parole, Spy ha voluto con Gangman Style prendere in giro i giovani coreani che si sforzano di voler vivere in un ambiente che non gli appartiene e che forse neanche esiste, perchè chi fa parte di quel mondo dorato non lo dice e non si atteggia mentre chi ne è al di fuori fa di tutto per assumere uno stile cool che però è ben lontano in fatto di raffinatezza ed eleganza. 

COPYRIGHT MUSICASTAR.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti